I luoghi comuni su Halloween: veri o falsi?

di Chiara Rancati, naturopata e scrittrice

In questi ultimi anni, da quando la festa di Halloween ha cominciato a prendere piede anche in Italia, stiamo assistendo ogni anno ad un'accanita campagna contro questa ricorrenza.
Si va da gruppi pseudo-cristiani che vanno a sabotare di persona le feste di Halloween e terrorizzano i bambini dicendo loro che festeggiando questa ricorrenza stanno festeggiando Satana, fino a banchetti anti-Halloween piazzati nelle città.

I luoghi comuni che si sentono/leggono a proposito della festa del 31 ottobre, sono sempre i soliti e li analizzeremo insieme.

Halloween è una festa americana
FALSO - come spiegato in questo sito, le origini celtiche della festa risalgono a tempi molto antichi, ben prima che l'America fosse scoperta. Inoltre sarebbe bene non dimenticare che quella che oggi è la popolazione americana, non è composta da altri che dai discendenti degli europei che immigrarono nel nuovo continente dal 1620 in poi, portando con sé le proprie tradizioni.

Halloween non è una festa cristiana
VERO e FALSO - il nome Halloween non è altro che la contrattura della frase inglese All Hallows Eve, cioè "Notte di tutti gli Spiriti", da cui poi è nata il nome della festa cristiana "Vigilia di Ognissanti". Inoltre molte delle tradizioni tipiche (i travestimenti, le zucche, i dolcetti) provengono anch'esse da tempi antichissimi e vennero successivamente fatte proprie dal cattolicesimo. È vero che la festa dalla quale trae origine Halloween, ovvero Samhain, NON è cristiana, essendo talmente antica da precedere di parecchi millenni la nascita di Cristo. Rimane comunque una tradizione di origine europea.

Halloween non è una festa tipica italiana
FALSO - vi sono feste simili ad Halloween e presenti in Italia da molto tempo prima che questa festa tornasse a fare capolino nel Bel Paese, ad esempio:
Is Animmeddas, Su mortu mortu, Su Peti Cocone, Su Prugadoriu o Is Panixeddas, a seconda delle zone, in Sardegna, ed è una tradizione antichissima; In Puglia, in specifico ad Orsara di Puglia, un piccolo paese montano della provincia di Foggia, la notte tra l'1 ed il 2 di novembre si celebra l'antichissima notte del "fucacost" (fuoco fianco a fianco): davanti ad ogni casa vengono accesi dei falò (in origine di rami secchi di ginestra) che dovrebbero servire ad illuminare la strada di casa ai nostri cari defunti (in genere alle anime del purgatorio) che in quella notte tornano a trovarci. Sulla brace di questi falò, poi, viene cucinata della carne che tutti insieme si mangia in strada e si offre ai passanti. Nella giornata dell'1, nella piazza principale, si svolge, inoltre, la tradizionale gara delle zucche decorate (definite le "cocce priatorje" - le teste del purgatorio).
Questi sono appunto solo degli esempi, ma tradizioni simili sono diffuse in tutta Italia, e fanno tutte capo alle antiche celebrazioni pagane presenti in Italia.

Halloween è una festa satanista/Festeggiando Halloween si festeggia Satana
FALSO - intanto si dovrebbe imparare a non usare a sproposito la parola "satanismo", perché comprende una vasta gamma di persone: dai Satanisti razionali che si occupano esclusivamente della crescita spirituale umana senza ricorrere alla violenza, ai ragazzini che credendosi ribelli si definiscono tali e vanno ad imbrattare i muri di croci al contrario e "666", infine alle sette vere e proprie che - come purtroppo sappiamo per via delle tristi vicissitudini delle Bestie di Satana - possono davvero essere molto pericolose e rovinare vite.
Né Halloween, né Samhain, l'antico capodanno celtico, sono feste sataniste per definizione; non è quella la loro origine dato che Satana è stato storicamente inventato dalla Chiesa secoli più tardi (e ne abbiamo parlato parecchio in questo sito). Purtroppo è vero che la data del 31 ottobre è un pretesto per i satanisti "acidi" per celebrare il male, come lo sono tanti altri giorni totalmente innocui: chiediamoci se la colpa sia di una festa innocua che nulla ha a che vedere col satanismo o di queste persone che, essendo malate mentali e spesso sottomesse ad individui senza scrupoli, utilizzano questo giorno a proprio piacimento.
Da questo si può trarre la conclusione che se si festeggia Halloween vestendosi da strega/fantasmino/scheletrino e facendo "dolcetto o scherzetto", non si stia facendo altro che divertirsi come a Carnevale. Non si diventa automaticamente satanisti solo perché si festeggia Halloween.

Ad Halloween i gatti neri spariscono quindi è meglio tenerli in casa
VERO, MA... - se i satanisti prendono il 31 ottobre come pretesto per i propri rituali, può essere vero che spariscano dei gatti domestici e che vengano sacrificati. In ogni caso NON ci sono vere e proprie statistiche ad attestare questa notizia che circola ogni anno. Da gattara incallita quale sono, mi sento però di consigliarvi, per comune buon senso, di tenere in casa i vostri gatti in quei giorni, neri o non neri che siano. Ma lo stesso vale per la comunissima festa di Capodanno (San Silvestro), dove i gatti possono essere spaventati dai botti e scappare.

I simboli di Halloween sono pericolosi
FALSO - Un simbolo, in quanto tale, non può fare niente di male a nessuno. Gatti neri, vecchie streghe, zucche, ragnatele, pipistrelli, non sono altro che simboli che nel nostro inconscio sono associati al "macabro", ma questo non significa che ci possano fare del male o che addobbando la propria casa con questi simboli si attirino misteriose forze del male o si attirino nella propria vita influssi malefici come si legge in certi articoli. Anche il distintivo dei poliziotti è un simbolo di lotta al crimine, ma il distintivo da solo non arresta nessuno...

I neopagani che celebrano Samhain sono satanisti
FALSO - I neopagani NON sono cattolici (o cristiani di altre correnti), non credono quindi all'esistenza di Satana e di conseguenza non sono satanisti. I neopagani adorano la Natura e i suoi cicli e il loro intento è quello di vivere in armonia con questi.

Samhain è il dio delle tenebre
FALSO - come ha già spiegato Monica nel suo articolo "Le vere origini", Samhain è una parola derivante dal gaelico antico e che significa "Fine dell'Estate". Nella mitologia celtica non esiste nessuna divinità chiamata Samhain, né tantomeno nessun "dio delle tenebre".

Halloween fa male ai bambini e li impaurisce
FALSO - nel sito abbiamo voluto dedicare interamente una pagina ad Halloween e ai bambini, vi rimando quindi all'articolo scritto dalla dott.sa Laura Ghianda: Perché Halloween fa bene ai bambini (e non solo).

Halloween è una moda ed è una festa consumistica
VERO e FALSO - prima di definire Halloween come una moda e una festa consumistica, bisognerebbe chiedersi - per poi rispondersi onestamente - cosa non è di moda e consumistico al giorno d'oggi. Purtroppo la nostra società è basata sul consumismo. Quando una festa che tipicamente viene percepita come cattolica, tradizionale, accettata da tutti come il Santo Natale è la prima in classifica tra le feste consumistiche, dobbiamo chiederci quale altra non lo sia. In ogni caso, se proprio vogliamo essere pignoli, ricordiamoci che c'è chi sotto Natale spende interi stipendi, mentre non è mai successo di sentire gente rimasta al verde per via di Halloween.