mercoledì 5 ottobre 2016

Nostra risposta ufficiale al volantino anti-Halloween

Dall'anno scorso gira questo volantino a opera dei soliti fanatici religiosi scarsamente scolarizzati, ma abbondantemente pieni di odio, tanto da scrivere enormi falsità.
Siccome comincia a girare di nuovo rispondiamo ufficialmente punto per punto e vi preghiamo la massima condivisione, soprattutto nei gruppi o nei post dove questo volantino appare.

Qui di seguito le risposte punto per punto.

1 - Il significato
Iniziamo male, perché la frase era solo "All Hallows Eve" dove il termine "Hallows" indicava gli "spiriti sacri" e non i santi cattolici. Seppur trattandosi di un termine tardo, esso faceva riferimento alla notte in cui anticamente i Celti celebravano i propri antenati, ovvero normali persone defunte e passate, per così dire, "al di là" della vita terrena. La comunione con l'idea cristiana arrivò lentamente fino a prenderne il posto che possiede oggi, ma per molto tempo Halloween è stata - e in molti luoghi ancora è - LA festa cristiana del mondo anglosassone.

2 - La ricorrenza
Non sappiamo nemmeno da dove cominciare tante sono le assurdità di questa frase. Non c'è un minimo di riferimento sociale o storico o almeno religioso. Solo un'accozzaglia di pregiudizi malcelati: Halloween non è una ricorrenza magica, bensì la moderna versione dell'antica festa dei morti irlandese.
Passiamo alla definizione della magia. Essa non è affatto il potere occulto esercitato verso qualcuno! Questa terribile idea è solo un aspetto "acido" di quello che le persone malvagie possono fare (e in genere non hanno bisogno della magia per fare del male agli altri: basti vedere com'è ridotta la nostra società e il nostro pianeta). La magia è il saper utilizzare le energie naturali universali in modo da ottenere un determinato scopo, il che non significa affatto manipolare le persone o lanciargli malefici, come il volantino vuol far intendere. Si può voler superare un esame, uscire da una brutta situazione, curare il pianeta, bandire le negatività, proteggere le persone e la casa, purificare dalle energie stagnanti, ecc... Certo, ci sono persone balorde che usano male questa energia, ma d'altro canto ci sono anche persone che usano i coltelli per uccidere anziché per tagliare il pane... ma nessuno parla male dei coltelli o li definisce satanici. Ebbene sia la magia, sia il coltello sono due strumenti: dipende tutto da come vengono usati.
Infine. E' vero che ricorre il capodanno esoterico e pagano e non c'è assolutamente niente di male: come abbiamo più volte ribadito anticamente la notte tra il 31 ottobre e il 1 novembre segnava la fine dell'anno vecchio e l'inizio di quello nuovo. Era un passaggio stagionale, nulla di più. Oggi mantiene quell'idea di passaggio e viene festeggiata in maniera civile con cene, balli, feste e tutto il resto. Aggiungiamo che il neopaganesimo è una forma religiosa come il cattolicesimo, il buddhismo e tutto il resto. Parlarne in toni denigratori costituisce reato di intolleranza religiosa. E non finiremo mai di dire che SATANA NON HA NIENTE A CHE VEDERE CON HALLOWEEN o con l'esoterismo o con il paganesimo. Satana non esisteva al tempo del Celti perciò non potevano certo venerarlo, essendo lui una figura apparsa secoli dopo nella mitologia cristiana. Stesso discorso per i neopagani: non credono ai vostri racconti biblici, perché dovrebbero credere a uno solo dei personaggi? I neopagani hanno le proprie figure divine e non sono minimamente interessati alle vostre.
P.s.: quella del compleanno del diavolo non ci scomodiamo nemmeno a commentarla.

3 - Tradizione
Per come è posta questa frase sembra quasi che siano gli anglosassoni il male del mondo. Notizia flash: parte del nostro Dna è anglosassone per chi non lo sapesse, visto che i Celti vissero per molto tempo nella nostra penisola, scambiando sia merci, sia materiale genetico. E quando voi cristiani vi regalate il vischio a Natale, addobbate l'albero o mettete la stella cometa ovunque, sappiate che state facendo esattamente la stessa cosa: un rituale anglosassone pagano!
Non ci sarebbe bisogno, vista l'assurdità della cosa, ma vogliamo ugualmente sottolineare l'ennesimo pregiudizio espresso in questa frase: "nella tradizione, nei costumi e nel commercio è un insieme di rituali e una pratica di stregoneria sia per chi lo faccia inconsapevolmente o no". A parte la grammatica stentata, qui si vuol far passare l'dea che un ateo/cristiano/induista/ecc... che non ha mai sentito parlare di Halloween o che non crede alle vostre superstizioni e lo festeggia perché gli sembra carino, sta effettivamente facendo stregoneria! Accidenti, pure inconsapevolmente, come i bambini... Ecco dove volete andare a parare. Insinuate che travestirsi da fantasma, regalare dolcetti e tirarsi i coriandoli sia tutta una grande opera di stregoneria satanica e chi lo fa, naturalmente, andrà all'inferno, bimbi compresi. Non abbiamo parole per definire i vostri metodi subdoli, ma una cosa la sappiamo bene: uno dei 4 fondamenti della magia è la "volontà". Se si vuol fare un'azione magica dietro deve esserci la volontà cosciente. Altrimenti si chiama festa mascherata.

4 - Storia
Quella che descrivete è la storia del Satanismo acido e non di Halloween. Sono cose talmente diverse che è come accomunare la pastasciutta con l'astronomia. I sacrifici sono atti estremi eseguiti da persone malate e tutto questo non ha nulla a che vedere con la festa in sé, che invece è un momento di riflessione e di intimità nel proprio rapporto con i cari che non ci sono più. Centinaia di migliaia di agnelli vengono sacrificati a Pasqua, ma quello dovrebbe essere socialmente accettato perché lo dice la Bibbia. Ebbene non è così... quella è una barbarie che 2000 anni fa poteva anche essere giustificata dalla scarsa educazione contadina, ma oggi ha dell'abominevole poiché produce un inutile spreco e un ingiustificato dolore. Quello che voi dite è molto offensivo per chi non la pensa come voi, ma naturalmente le vostre idee estremiste sono più importanti del rispetto degli altri, giusto?

5 - Attenzione
No, non è magia. Sono due cose esageratamente diverse. Aprite un libro ogni tanto e fatevi un po' di cultura.

Genitori:
pensate con la vostra testa e educate i vostri figli secondo buon senso.

Insegnanti:
siccome lavorate in strutture laiche, informatevi bene prima di negare i festeggiamenti, perché la cultura passa anche da qui.
P.s.: Le assurdità relative a cosa nasconderebbero le filastrocche rasentano la follia, ci auguriamo che gli insegnanti statali stipendiati da noi non si sognino mai di raccontare queste stupidaggini ai nostri figli.

Giovani e meno giovani:
Chi va in giro a dire che "alcuni balli di gruppo sono rituali di iniziazione satanica" è qualcuno che ha gravi problemi psico-sociali e l'unico posto in cui dovrebbe piegare la testa non è in chiesa, ma in biblioteca, sopra un buon libro. Non credete a tutte le panzane raccontate in questi volantini medievali: ragionate, leggete, studiate e fatevi una vostra idea critica su tutto ciò che vi viene detto: la conoscenza vi renderà liberi.


Lo Staff "Le vere origini di Halloween"
www.levereoriginidihalloween.it
fb/LeVereOriginiDiHalloween



.

1 commento:

  1. Ciao, ti ringrazio per questo articolo molto esaustivo e ben strutturato. In effetti sono rimasta sconcertata leggendo delle affermazioni pesantissime su questa festa da molti che si professano "portatori di Luce" contro l'oscurità. Considerando poi il nostro retaggio di donne e l'Inquisizione I toni, a quel tempo, dovevano essere poco diversi. Vi é però un punto che vorrei condividere con te: durante questa notte il velo tra i mondi si assottiglia. Come mamma di un bambino che festeggia Halloween, tendo ad essere in casa alla sera e a "proteggerla" con la Luce, e ogni anno che passa sento sempre più forte questa necessità.

    RispondiElimina