venerdì 26 settembre 2014

Il diritto di festeggiare Halloween

Come sapete il progetto "Le vere origini di Halloween" nasce per contrastare le numerose campagne anti-Halloween che ogni anno tentano di diffondere paura e diffidenza mediante informazioni totalmente fuorvianti.
Il web è pieno di siti, video, articoli e blog che diffondono falsità sia sulle origini, sia sul significato di questa festa.
La cosa peggiore è che alcuni non si limitano alla sfera internettiana, ma si recano di persona alle feste di Halloween tentando di convertire la gente secondo il proprio pensiero.
Negli scorsi anni abbiamo ricevuto testimonianze di spiacevoli incontri con alcuni di questi gruppi che hanno terrorizzato i bambini con racconti falsi su come "festeggiando Halloween stessero in realtà celebrando Satana", risse sfiorate con chi ha rifiutato di avere a che fare con loro, gente assillata e molestata da chi voleva trascinarla in chiesa poiché celebrando Halloween, secondo loro, stava peccando.
Vorremmo precisare che non abbiamo nulla contro le varie forme di cristianesimo: ognuno ha il diritto di professare la propria fede in pace.
Quello che non è tollerabile è che ancora nel secondo decennio degli anni 2000 ci sia chi tenta di convertire gli altri alla propria fede, ma specialmente chi nega alle persone il libero arbitrio, la libera scelta di festeggiare in pace una qualsiasi festa e specialmente il diritto di conoscere la verità storica ed antropologica dietro a questa festa senza abbrutirla con superstizioni assolutamente personali.
Come queste persone hanno il diritto di credere che Halloween sia opera del diavolo, altri hanno il diritto di non crederlo e di poterla celebrare come una festa divertente o come Samhain, antica festa contadina di origine celtica.

Per questo vi invitiamo caldamente, qualora veniste molestati da personaggi del genere, a chiamare i Carabinieri al numero 112 ed a richiedere il loro intervento.

Ricordatevi che avete il diritto di festeggiare Halloween e di divertirvi senza che nessuno vi dia il tormento o tenti di spaventare i vostri bambini.

Nessun commento:

Posta un commento